Migranti, fine settimana di naufragi nel Mar Egeo

Un bilancio provvisorio di 13 vittime per un fine settimana di naufragi. È quello che è successo negli ultimi giorni nel Mar Egeo, tra le coste greche e quelle turche. Protagonisti, loro malgrado, i migranti che cercano di raggiungere l’Europa.

La tragedia più grave è avvenuta al largo dell’isola greca di Samos. Il bilancio è di 11 morti, di cui 4 neonati, annegati nella cabina in cui si trovavano. Altre 15 persone sono state poi tratte in salvo da volontari e cittadini dell’isola.

Sempre in quella zona, un’imbarcazione di Frontex ha recuperato due cadaveri e salvato tre migranti al largo della piccola isola di Farmakonnisi. Secondo quanto hanno raccontato, viaggiavano su un barcone con a bordo 15 persone: possibile, dunque, che a perdere la vita siano stati in totale 15 migranti.

I DATI DELL’OIM: 681MILA SBARCHI NEL 2015

Secondo l'Organizzazione internazionale per le migrazioni, negli ultimi due mesi 70 bambini sono morti annegati nel mar Egeo. Stando sempre ai dati dell’Oim, il numero di rifugiati e migranti che dall'inizio dell'anno hanno attraversato il Mar Mediterraneo per giungere l'Europa ha ormai raggiunto quota 681mila. Di questi, quasi 140.000 sono arrivati in Italia e circa 540 mila in Grecia. Il numero di morti e dispersi in mare è stimato in 3.175.

Share this post

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017