Bosco vacances: un'estate all'insegna della speranza

"Nel mese di agosto 2016, la quasi parrocchia St Jean Bosco ha vibrato al ritmo delle attività del "Bosco vacances". Fedeli alla tradizione salesiana, animatori (tra cui i nostri due volontari Beatrice Distort e Leonardo Paolinelli) e ragazzi si sono ritrovati ogni giorno per quattro ore, per svolgere insieme attività ludiche e di formazione. I temi principali erano: essere un buon cittadino per un Senegal emergente e essere felice con Don Bosco.

L'impegno di tutti è stato grande e generoso. Il mese di “Bosco vacances” si è concluso con una giornata di condivisione e di festa che ha riunito tutti, incluse le famiglie dei ragazzi.

I ragazzi, gli animatori, le famiglie e i salesiani di Don Bosco si sono uniti in recite e balli; i ragazzi hanno regalato a tutti messaggi di presa di coscienza e speranza, per un Senegal sempre più indipendente, libero di fare scelte giuste per il suo popolo e orientate verso il bene di tutti, per formare buoni cittadini e proteggere il patrimonio culturale e ambientale del paese.

La mattinata si è conclusa con un contributo dato da tutti per i bambini Talibé del quartiere, ragazzi delle scuole coraniche che ogni giorno chiedono l'elemosina per strada. Sono stati, inoltre, consegnati dei premi ai ragazzi più meritevoli. La giornata si è conlusa con l'offerta di un ricco pranzo, per condividere e festeggiare insieme i messaggi di speranza e unità.

Una mattinata di condivisione bella e gioiosa, insomma; tanto per la sua semplicità quanto per la sua profondità."

Foto e storia di Michel Metanmo, operatore VIS in Senegal

Share this post

call-to-action-infografica-migranti-e-rifugiati-2017